• Pubblicata il
  • Autore: Ryban
  • Pubblicata il
  • Autore: Ryban

Lo scassa cazzi..... - Crotone Trasgressiva

Mia zia negli anni 70 comprò un appartamento in Versilia ci andava al mare con mia madre a quei tempi il fenomeno dei trans stranieri era inesistente,essendo io l'unico suo parente ho ereditato e piacendomi il mare mi ci sono trasferito come prima casa,l'appartamento era situato in un condominio dove molte erano seconde case e molti proprietari oramai vecchi o in crisi di moneta affittavano i loro appartamenti regolarmente a delle trans per lo più brasiliane alcune erano di colore e molte volte si mettevano nude o seminude sulla enorme terrazza a comune che serviva per tutto il condominio,situata tra i due blocchi residenziali e con un altezza da primo piano nell'ottica degli anni 70 doveva servire per stendere i panni e gli asciugamani quando uno tornava dal mare,oppure a prendere il sole se una persona non aveva voglia di recarsi in spiaggia,naturalmente mantenendo un certo decoro,alcune di queste trans il decoro non sapevano neppure cosa fosse andavano a prendere il sole nude o semi nude
mostrando le loro doti extra,la situazione non mi dava fastidio ma non mi faceva nemmeno impazzire di gioia anche se una sbirciatina se qualcuna meritava la davo ma non ero contento dal loro singolare modo di fare le sbirciavo ma poi mi toccava fare il bigotto incontrando il resto del vicinato circostante,in una delle mie sbirciatine ricorrenti notai una trans sempre composta ,si metteva poco distante dal mio accesso sulla terrazza si stendeva su una brandina da mare la curiostà era sempre più forte la volevo conoscere non era assolutamente il classico travello caciarone con il bell'uccello in vista e parruccona che andrebbe bene più per maschera da carnevale che per andare la sera sul marciapiede,lei assomigliava più a una lady sempre gentile nei modi quasi flemmatica non mostrava mai niente di strano e fuori posto,con quel cappello sembrava una bella signora di colore intenta a prendere il sole,mi domandavo con quella caciara come facesse a stare così calma e mostrare tanta sicurezza forse non conosceva il
proverbio che diceva chi non mostra non vende,aveva unghie curate e non esibiva parti intime,mi viene naturale pensare che nel suo piccolo un minimo di stile ed eleganza era nelle sue grazie aveva garbo dovevo conoscerla,era un pomeriggio di domenica e la noia come al solito mi assaliva mentre in Internet cliccavo stancamente sui soliti siti per evitare di addormentarmi con la capoccia attaccata allo schermo mi decido e vado a trovarla per scambiare qualche parola tra vicini,per educazione arrivo al suo alloggio dal vialetto che porta al suo portone mentre lei stava rientrando a piedi ero così preso a lavarmi e profumarmi in bagno per fare bella figura che non mi ero nemmeno accorto che era uscita in auto,le vado incontro sorridendo e lei mi saluta dicendomi di essere andata a comprare una scheda telefonica,scambiamo due parole sul vialetto e poi mi presento come vicino di casa e capo scala responsabile dei blocchi condominiali abitati da entrambi,lei si presenta come Pamela apre il suo portone e mi fà gentilmente cenno di seguirla,entro nel suo modestissimo appartamento lo tiene bene ed è pulito,le dico subito che apprezzo il suo comportamento verso il condominio,intanto mi invita à sedere in cucina,parliamo dell'uso della terrazza e le dico che solo lei ha dei comportamenti decorosi, ma mentre le spiegavo il pesante e lungo regolamento condominiale la cosa sapeva di cazziatone per interposta persona visto che l'avrei dovuto spiegare alle sue connazionali e non a lei che si era comportata sempre bene e mentre blateravo i miei occhi la stavano spogliando da tutte le parti,penso che abbia capito al volo che ero il classico scassa cazzi da mettere a tacere al piu presto,che tradotto nel suo pensiero voleva dire se me lo scopo poi vedrai che se ne stà zitto e buono con il culo rotto,lei sorridente mi offre un aranciata poi con la scusa di farmi vedere alcune mattonelle danneggiate in terrazza entriamo nella sua stanza da letto che è l'unica che dal suo appartamento ha l'accesso per uscire sul terrazzo,osservo il suo lettone a una piazza e mezzo con copertina rossa e arazzo appeso al muro che raffigurava ai tempi degli etruschi delle coppie intente a fare sesso in svariate posizioni,il resto della stanza era priva di poster o calendari attaccati al muro,lei chiude in silenzio la porta dietro di se accende la TV e il lettore dvd con un bel filmetto, più per dare la giusta luce nella stanza che era scarsamente illuminata che per trovare la giusta atmosfera,insomma aveva capito subito che la volevo conoscere carnalmente,siamo uno di fronte all'altra sui tacchi sarà alta due metri inizia a venire verso di me io arretro ma dietro trovo
solo il letto lei mi si incolla addosso e mi fà sentire le sue tette che mi premano contro e con le mani inizia a tastarmi il culo e subito mi tira giù i pantaloni,dai dimmi ancora che sei venuto per il condominio se hai il coraggio,ride fragorosamente ahah ahah sei venuto perchè come tutti hai saputo che ce l'ho grossissimo e lo vuoi in bocca e in culo,balbettavo senza dire niente mi sentivo come un bimbo preso con
le mani nella marmellata alcuni istanti di imbarazzo e poi ammetto che sono una troia vogliosa e curiosa,allora inizia a togliersi l'abitino blu e giallo che fà quasi ape Maia chissà sotto come sta messa a pungiglione,indossa eleganti calze a rete nere a maglia larga e reggicalze rosso,tanga rosso fuoco con cordolino in vita di pizzo dello stesso colore e reggipetto nero con intrecci di fiocchetti rossi che con fatica le
contiene quelle magnifiche tette,lei ha un viso niente male,occhi scuri,una piccola cicatrice in fronte e il naso un pò largo ma non stona nell'economia del suo viso,niente labbroni pieni di botox e dalle spalle fino alla vita con quelle tette direi siamo vicini alla perfezione,i fianchi sono larghi e il culo e le gambe non sono proprio da top model ma in confronto a qualche altra trans sul generis di colore la elessi miss
mondo,dentro di me inizio a pensare che è stata un ottima idea movimentare il pomeriggio facendole visita speriamo di non pentirmene ho scelto lei perchè troia come sono pensavo che avesse un bel cetriolone tra le gambe ma se spunta il classico fagiolino dovrò rassegnarmi,Pamela oramai è lanciata inizia subito a fare saettare la sua lingua nella mia bocca, facendomi svegliare dai miei pensieri ,la cosa si fà subito rovente la tocco tra le gambe e lei mi aiuta sfilandosi il tanga,allora esce fuori tutta la sua artiglieria è a riposo ma fà già cetriolone,sono già una troia felice le mie mani iniziano a toccarglielo e lei mi propone di prenderlo in bocca, sono già nudo come un verme allora prima che mi raspi le tonsille mi giro di schiena e strofino il mio culo nudo e caldo sulla sua artiglieria la cosa le fà subito effetto è così eccitata che la sua reazione è immediata erezione a tempo di record e nel vederlo indurirsi e crescere a dismisura mi si sgranano gli occhi,volevo farle una battuta che mi era passata in mente del tipo cosa ci faccio con quella pala da muletto mi metto a sedere sopra e tu mi sollevi fino al piano superiore? ma evito e cautamente mi siedo sul letto le ho innescato la sua enorme testata stà a me scaricargliela mentre lei si mette in piedi di fronte a me e non è più la flemmatica lady vista da me sulla terrazza,mi prende la testa e me lo infila in bocca e spinge a fondo,mi accorgo di avere roba tanto grossa che tenta di oltrepassarmi le tonsille,da quanto è grossa non tento neppure di fare il minimo accenno di gola profonda,avrei voluto ingoiarne più che potevo e farle vedere che troia ero ma non ci riuscivo,ci pensa lei spingendomelo sempre più in profondità e manca poco soffoco,avevo le lacrime agli occhi la cosa si fà eccitante questo è sicuramente per me il cetriolone BIG ONE e devo dire che di grossi ne avevo già presi tanti,riprovo a farmelo affondare in gola e il respiro mi viene a mancare da perdere la testa,sono veramente allibito dal fuori misura,alcuni minuti dopo la faccio smettere di sfondarmi la gola e comincio ad ammirare quella nerchiona nera,non posso esimermi da farle i complimenti per tanto cazzo una vera perla nera,lei è consapevole del suo ruolo,mi stà dominando e vuole mettermi quel bestione nel culo e non penso solo poco poco,vuole farmelo entrare tutto tutto per ribadire che sono una troia da montare sul suo spiedo,non ho paure, è chiaro se mi piace il cazzo e spesso mi faccio scopare nel culo da trans diverse prima o poi spunta quella con il cazzone enorme e non posso vivere tutti gli incontri con la paura di sentire male però è pure vero quello che ho letto una volta che più o meno diceva così "alcuni cazzetti non ti preparano minimamente a prendere certi cazzi nella vita"ora a me il cazzo grosso piace e me lo aspettavo che prima o dopo mi sarei imbattuto con un calibro simile,mi incremo con il mio personale keygel e con molta calma faccio scorrere due belle dita dentro,lei pretende che mi posiziono a quattrozampe sul letto io lo faccio infilandomi velocemente un cuscino sotto la pancia,subito lei inizia a sbattermi quel manganellone sul buchetto vuole centrarmi ma invece di aspettarla spingo il mio buchetto indietro ehhh.. cazzo quanto è grosso,entra non sento dolore ma la dimensione è ragguardevole,lei mi dice lo vuoi tutto dentro è? la risposta è scontata dai sfondami la pancia,si lo voglio sentire tutto dentro,fammi provare quanto sono troia per averti fatto drizzare quel cazzone enorme che hai...
Pamela con voce profonda esclama puta ti faccio urlare,affondandomi tutta la sua dura carne nel buco del culo dove sento sbattere le sue palle ora è veramente tutta dentro di me a stento resisto alla sua veemente penetrazione urlo a squarcia gola per un attimo ho pensato di essere ritornato vergine praticamente la sentivo sbattere con prepotenza in fondo alla pancia e non era un semplice toc toc ma un boom butto giù la porta,solo Suelen anni fà era riuscita nell'impresa facendomi provare dei dolori allucinanti,ma questa volta dopo il primo affondo ne sono come immune la porta era caduta subito anche se mi stava mettendo a dura provale pareti anali,ero abituato a misure simili perche i grossi cazzi li prendevo spesso ma c'era molta differenza tra dotazione e prestazione,chi lo ha piccolo in punta e piu grosso in fondo e non picchia duro,chi dura pochissimo con l'erezione al massimo e poi rimane con il cazzo parzialmente duro,ma questa Pamela ha un cetriolone spettacolare e quando spinge è veramente una lady selvaggia e io che la credevo una vera lady,si una lady con cetriolone da 25/26 di lunghezza per circa 5 di circonferenza,durissimo e nodoso,con lei che è 1.90 di mandinga e mandrilla che mi spinge quel rotolone di carne tutto dentro arrampicata sulla mia schiena se non ero ispirato da una libido eccezionale accompagnata da una grandissima eccitazione da troia era meglio non entrare in camera sua e passare velocemente oltre,altrimenti al mare dopo il bagno se il costume traspariva avrei rischiato di fare vedere ai bagnanti i raggi del sole dal mio buco del culo aprendo la bocca,lei sento che ha molta voglia si dà un gran d'affare a ravanarmi il culo lo toglie e poi me lo ributta dentro di colpo ancora reggo ma urlo da quanto ho urlato inizia a calarmi la voce,mi ha sbattuto il buco del culo come un fabbro ferraio,mi cambia di posizione è un rullo compressore mi piazza con le gambe sulle sue spalle e boom mi centra pieno infilandolo tutto dentro in un solo colpo,di sicuro lei mi spacca la sentivo esplorarmi le viscere ero squartato da quella mazza gigantesca,resisto sempre meno le chiedo una tregua lei esce e si toglie il condom,si mette seduta su un lato del letto e io mi metto a spompinarla,mi eccito ancora di piu,lei mi guarda con fare beffardo e mi dice dai quanto pensi sia lungo sollecitando ad arte la mia libido mentale,provo a misurarlo con l'ausilio delle mie dita sono 12,non lo sò le rispondo ma almeno tra i 24/26 ma non è per la lunghezza ma è per tutto l'insieme lunghezza,circonferenza e durezza che mi lascia sbigottito,lei ridacchia poi mi dice dai riprovaci ancora un pò siediti sopra,non capita spesso di avere un invito del genere da una superdotata e quindi non sarà un pò di dolore a fermarmi,non resisto e come un servo del suo cazzone mi auto impalo mettendomi ancora del gel,lei da sotto mi scopa dandomi dei gran colpi, è stata la posizione piu gaudente del pomeriggio e in vita mia l'avevo provata solo poche volte,addirittura faccio fatica a non venire ho il cazzo filoso da alcuni minuti vorrei venire insieme a lei ma alla fine cedo e faccio una sborratona esagerata che mi lascia totalmente svuotato di tutto,mi sfilo e alzo bandiera bianca,vedo un pò di delusione sul suo viso,lei avrebbe voluto venire sul mio culo o nel mio culo ma io avevo avuto più di quello che mi aspettavo ho il culo devastato che bruciava da tutte le parti la pancia leggermente sofferente e l'entrata del buco del culo che chiedeva pietà da quanto era larga sembrava che me l'avesse rivoltata all'esterno momentaneamente ero out,non potevo accontentarla avrei avuto molteplici difficoltà specialmente ora che ero venuto, allora passo all'azione con la bocca e in qualche maniera riesco a farla venire,urla che stà venendo e mi riempie la gola di sborra almeno una decina di schizzi consistenti che ho fatto fatica a deglutire ma alla fine il suo cazzo luccicava ed era tutto pulito,appena ripreso fiato lei mi dice che è un pò dispiaciuta perchè un bel culo esperto e capiente come il mio non le capitava spesso e le sarebbe piaciuto scoparmi ancora e venirmi dentro,capiente dico io? Forse per il tuo bel cazzo nero ci vuole ancora più capiente ma vedrai che se rimaniamo vicini di casa finisce che mi abituo e mi sborri dove vuoi,scendo dal letto e vado in bagno dove mi lavo il culo ad acqua freddissima e dopo alcuni minuti sento di essere gia chiuso e senza bruciori in compenso sento dei fremiti che mi direbbero di avere nuovamente voglia insomma pronto per essere ritrapanato non sò se resisterò a lungo ma quasi quasi ci vorrei riprovare a fare un bel bismi sento una troia golosa e ingorda,esco dal bagno e dopo entra lei a fare la doccia ci scambiamo nel corridoio e le dico ti aspetto sul divano,lei mi dice tesoro faccio in un attimo ma non ti rivestire io mi metto nudo su un bel divano di pelle con dei braccioli grossi e imbottitissimi,mi distendo per cercare pò di relax ma poco dopo esce lei dalla doccia e si mette accanto a me diventa dolcissima mi coccola,mi accarezza,mi offre della cioccolata e dei cioccolatini ,mi sbaciucchia gli orecchi ma di intimarmi di andarmene non le passava nella mente,inizia a sussurrarmi negli orecchi paroline eccitanti insomma le ero simpatico e lei mi voleva ancora per il resto della serata, per me il periodo refrattario era già passato e mi son detto e perchè no e ho subito iniziato a toccarla nelle parti intime non ha bisogno di riscaldamento particolare subito le viene durissimo,mi fà mettere piegato sul divano molto avanti con la pancia appoggiata su un bracciolone e i piedi che a malapena toccavano terra,il mio culo era proprio all'altezza giusta per essere ancora violato da lei,mi infila del liquido lubrificante e poi inizia a sbattermi quel randello nel culo per almeno un ora facendomelo morbido come il burro,ho urlato un pò all'inizio ma poi non avevo più voce e ho mugolato soddisfacendo tutte le sue voglie fino a quando lei si è svuotata di tutto il suo latte dentro di me e in contemporanea io ho iniziato a sborrare a contrasto del bracciolo mentre lei mi schiacciava con tutto il suo peso lasciandomi impregnato dal nettare del suo piacere,senza togliermelo di dentro mi dice dai stringi il culo che si ricomincia subito,lo dicevo che era una lady si lady mandrilla ho fatto lo scassa cazzi in compenso lei mi ha scassato il culo ma che piacere averlo rosso e bello largo.............

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!
28/02/2012 21:08

delirio

mmmmmmm.....come vorrei essere stato al posto tuo...ne ho presi anche io qualche bel cazzone nel mio culetto di nascosto dalla mia compagna ma mai di cosi grossi come lo descrivi tu...dovrò tornare a cercarmene uno anche io...purtroppo le occasioni sono sempre meno con la mia donna in casa... peccato...bel racconto super eccitante mi sono sborrato addosso..

01/03/2012 15:30

Knight

Grande! Il Ryban è sempre il Ryban......

01/03/2012 01:47

yanus

Davvero un bel racconto, io ancora non ho provato cazzi così grossi, ma tu mi hai fatto eccitare così tanto che non resisterò ancora a lungo.

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati